Giuria

Mario Conte — Sindaco di Treviso

Mario Conte, 41 anni, è sindaco di Treviso dal 10 giugno 2018.

Il 27 novembre 2019 è stato eletto Presidente di Anci Veneto. 

Cresciuto nel quartiere di San Paolo, ha conseguito il diploma di geometra all’ Istituto Palladio di Treviso ed è stato impiegato per anni nel campo dell’edilizia. 

Ha fatto parte del Coro Stella Alpina ed è stato vicepresidente dell’Associazione Trevisani nel Mondo. 

Ha iniziato l’esperienza Amministrativa da Consigliere comunale nel 2013 prima di essere eletto sindaco del Capoluogo. 

Barbara Sardella — Direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale del MIUR-Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca USRV

Laureata in giurisprudenza presso l’Università di Palermo, ha conseguito l’abilitazione di avvocato c/o la Corte di Appello di Palermo. Ha  svolto l’incarico di Revisore dei conti presso varie scuole del Veneto e dell’Emilia Romagna.

Dal 2003 ha intrapreso la carriera amministrativa presso il Ministero dell’Istruzione. E’ stata anche Coordinatrice di nuclei di valutazione dei dirigenti scolastici.

E’ stata componente, all’interno dell’USR per il Veneto, di diversi organi, quali il Collegio di Raffreddamento e il Comitato Unico di Garanzia.

Dal 2015 ricopre l’incarico di Dirigente presso l’Ufficio Scolastico di Treviso.

Mauro Michelon — Presidente di ISRAA

Mauro Michielon, diplomato in Ragioneria, è dipendente di Poste S.p.A presso la Filiale di Treviso dal 1983, dove da maggio 2001 a maggio 2002 ricopre la qualifica di quadro di 2° livello. Da ottobre 2013 rientra dall’aspettativa presso la Filiale di Venezia in percorso di sviluppo quale Responsabile delle Risorse Umane per diventarlo nell’aprile 2014 con la qualifica di quadro di 1° livello.

Ricopre la carica di consigliere di amministrazione dell’ENASARCO (Ente nazionale assistenza per gli agenti e i rappresentanti di commercio) da gennaio a maggio 2002, quando riceve la nomina di Consigliere di amministrazione di Poste Italiane S.p.A. fino al 2011. È contemporaneamente presidente della società Postecom da aprile 2003 a giugno 2013. Nel marzo 2019 viene nominato presidente della società Postepay, carica che attualmente ricopre.

Dal 1992 al 2001 è stato deputato svolgendo le mansioni di componente della IX Commissione permanente della Camera dei Deputati (Trasporti, poste e telecomunicazioni), componente della Commissione bicamerale di controllo sull’attività degli enti gestori di forme obbligatorie di previdenza ed assistenza sociale nella XI e XII legislatura; e le mansioni di Segretario dell’Ufficio di Presidenza della Camera dei Deputati, Membro del Comitato per gli affari del personale; Membro della Sezione giurisdizionale dell’Ufficio di presidenza, Capogruppo in XI Commissione permanente (Lavoro pubblico e privato), Componente della Commissione bicamerale di controllo sull’attività degli enti gestori di forme obbligatorie di previdenza ed assistenza sociale nella XIII legislatura.

Nel marzo 2001 riceve il il “Premio ANMIL” quale riconoscimento per aver prestato, nello svolgimento della sua attività di parlamentare, particolare attenzione alle tematiche riguardanti il fenomeno degli infortuni e incidenti sul lavoro

Relativamente ad incarichi ed attività presso gli enti locali, dal 1985 al 1998 è stato Consigliere comunale di Treviso; dal 1990 al 1992 Consigliere provinciale di Treviso; dal 1985 al 1990 Membro dell’Assemblea USL n.10 di Treviso; dal 1994 al 1998.è stato Presidente del Consiglio comunale; dal maggio 2003 al 2008 è stato Consigliere comunale di Treviso; dal 2006 al 2008 è stato nominato, su indicazione del Sindaco di Treviso, Consigliere di amministrazione della società ASCOTLC; Da aprile 2008 al giugno 2013 rappresentante del distretto n.1 nell’Esecutivo dei Sindaci dell’Asl n.9 e inoltre è stato eletto Consigliere comunale di Treviso nell’aprile 2008 e nominato Assessore per la Famiglia, politiche sociali e sanitarie e alle politiche per la scuola ed alla condizione giovanile fino al giugno 2013.

È stato componente del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Lineainfinita dal 2013 al 2016.

Da gennaio 2020 è Presidente di ISRAA, Istituto per Servizi di Ricovero e Assistenza agli Anziani di Treviso (IPAB).

Omar Vulpinari — Docente universitario in comunicazione visiva

Omar Vulpinari è un consulente, formatore, facilitatore di progettazione e innovazione di servizi con oltre 30 anni di esperienza nel design internazionale.
È il primo Accredited Service Design Network Master Trainer in Italia.
Aiuta le aziende ad adottare internamente metodi di innovazione avanzati e guida team multidisciplinari nella definizione dei problemi e nella co-progettazione del valore con un approccio human-centred.
Benetton, Samsung, Sky, Nazioni Unite, Teachers Without Borders, Max Mara, Mellin, AUSL Romagna, Art-ER, Piano Strategico Rimini sono solo alcuni dei brand e delle organizzazioni per cui ha lavorato, dirigendo progetti di design interdisciplinare e offrendo service design e formazione sul pensiero progettuale e facilitazione del co-design.
È inoltre docente presso l’Università di Bologna, la Bologna Business School, l’Università di San Marino e l’Università di Ferrara.
È stato direttore del corso di laurea specialistica MDes Service Design Innovation alla University of the Arts London – London College of Communication.
È stato segnalatore di candidati per The Sir Misha Black Medal e Award for Innovation in Design Education.
Ha tenuto lezioni universitarie e seminari in oltre 30 paesi.

Alessandro Cinquegrani — Docente universitario in discipline umanistiche

Alessandro Cinquegrani (Treviso, 1974) si è laureato in lettere all’Università Ca’ Foscari Venezia l’1 marzo 2001 (titolo della tesi La partita a scacchi con Dio. Per una metafisica dell’opera di Gesualdo Bufalino, relatore Prof.ssa Ricciarda Ricorda, votazione 110 e lode/110, poi pubblicata in volume per i tipi del Poligrafo), ha conseguito il dottorato di ricerca in Italianistica nella stessa università il 9 dicembre 2004 (titolo della tesi Solitudine di Umberto Saba. Topografia dell’immaginario di “Ernesto” e sue proiezioni sul “Canzoniere”, tutor Prof.ssa Ricciarda Ricorda, giudizio sintetico: eccellente, poi pubblicata in volume per Marsilio). Tra il 2005 e il 2007 ha goduto di un assegno di ricerca biennale sui Drammi “spagnoleschi” di Carlo Gozzi. Nell’a.a. 2007/2008 è stato docente a contratto presso l’Università degli Studi di Trieste. Dal 2010 è ricercatore nel SSD L-Fil-Let/14 Critica letteraria e Letterature comparate.

Premi e riconoscimenti nazionali e internazionali: 2001, Premio Gesualdo Bufalino per tesi di laurea; 2006, Premio Promozione Ricerca 2005 del CNR per il volume inedito Solitudine di Umberto Saba. Da “Ernesto” al “Canzoniere”; 2009, Menzione Speciale al Premio Internazionale “Efebo d’oro” di Agrigento per il miglior libro di argomento cinematografico per Letteratura e cinema edito dalla Scuola Editrice.

Dal 2011 dirige con Valentina Re la collana editoriale Innesti/Crossroads delle Edizioni Ca’ Foscari.

Dal 2003 al 2009 è stato segretario di redazione del progetto Il mito nella letteratura italiana diretto dal Prof. Pietro Gibellini, nel cui ambito ha fatto parte anche della segretaria organizzativa del convegno internazionale tenutosi a Venezia nel 2004, è stato curatore del volume V/2 L’avventura dei personaggi oltre che estensore di alcuni capitoli. Ha partecipato in qualità di relatore a numerosi convegni nazionali e internazionali, in Italia e all’estero (Parigi, Salisburgo, Santiago de Compostela, Istanbul). Fa parte inoltre del comitato scientifico della collana editoriale “Opera aperta” e del comitato di redazione della rivista “Ermeneutica letteraria” dalla loro fondazione ad oggi. Ha tenuto lezioni al dottorato dell’Università Paris IV Sorbonne.

E’ autore di un manuale per i licei in 6 volumi Vivo, scrivo (La Scuola, 2013).

Dal 2000 affianca all’attività accademica quella di critico cinematografico e letterario per riviste specializzate quali “Duel”, “Itinerari mediali”, “Filmcronache”, “Segno”, L’Indice dei libri del mese”, “FuoriAsse”, “Scenari”.

Nell’a.a. 2014/15 ha progettato e gestito col prof. Carlo Bagnoli il laboratorio “Istorie. Racconti d’impresa”, finanziato da FriulAdria, che ha portato collaborazioni con le aziende Unox, Inglesina, Unox, Loison.

I suoi ambiti di ricerca si concentrano soprattutto sulla narrativa del Novecento e del Duemila, con particolare attenzione ai rapporti con le altre arti (in particolare il cinema) e con le altre letterature, alla persistenza di miti classici e cristiani, ad attraversamenti tematici trasversali alle discipline, ai rapporti con filosofia e psicoanalisi. Si è tuttavia occupato anche di altri generi e altri secoli e in particolare del teatro del Settecento, di Angelo Poliziano, della poesia di Umberto Saba.

E’ inoltre autore di un romanzo Cacciatori di frodo (Miraggi, 2012), finalista al Premio Calvino e candidato al Premio Strega.

Marco Trabucchi — Medico Geriatra

Marco Trabucchi, è laureato con lode in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Padova, con specializzazione in Psichiatria nel 1970. Dal 1972 al 1974 è ricercatore presso National Istitute of Mental Health di Washington DC (USA). Nel 1987 è visiting professor al Georgetown Institute for Neuroscience di Washington DC (USA) e direttore scientifico del gruppo di ricerca geriatrica di Brescia.

Dal 1999 al 2003 è presidente dell’Associazione italiana di Psicogeriatria, mentre dal 2004 al 2005 è presidente dell’associazione Italiana di gerontologia e Geriatria.

Dal 1991 è professore ordinario della Cattedra di Neuropsicofarmacologia dell’Università di Roma “Tor Vergata” di Roma e dal 2008 è nuovamente presidente dell’Associazione Italiana di Psicogeriatria.

Nel 2010 ha dato via al primo progetto di rilevazione dell’attività dei Caffè Alzheimer in Italia.

È nell’advisory boad di numerose riviste in ambito geriatrico. Ha pubblicato oltre 800 lavori su riviste recensite nazionali ed internazionali, prevalentemente su problematiche psicogeriatriche e di clinica geriatrica, ed è autore e/o coautore di più di 90 volumi a carattere medico-scientifico.

Ha fatto parte del Consiglio Superiore di Sanità e della Commissione per la Ricerca Scientifica del Ministero della Sanità.